3 maggio GINEVRA

Vi eravamo stati non da molto, e sempre per cantare Gramsci. Siamo tornati grazie alla Società dante Alighieri, alla comunità sarda della città, all’Anpi. Ginevra è simbolica anche perché vi nacque Julia Schucht, la bellissima Julka che divenne poi la moglie di Antonio Gramsci. Una commozione parossistica era la padrona della sala dell’Università operaia. Eh, ginevra non delude mai.